.
Annunci online

 
Caleidoscopio 
ovvero, le mille tonalità del grigio tendente al nero
<%if foto<>"0" then%>
 
  Ultime cose
Il mio profilo
  Feed RSS di questo blog Rss 2.0
Feed ATOM di questo blog Atom
  Coacervo Forum
Nessuno
istintivaMente
Qui vendono il mio divertentissimo libro
Fra krapfen e boiate
  cerca

BastaLeggere.OgnunoGiudicherà.

Benvenuti sul mio blog.

Pensieri in libertà su fatti di attualità,sul funzionamento del mondo;idee che ho in testa.

E' sconsigliata la lettura a tutti quelli che per il fatto di non sapere tutto,pontificano di non sapere nulla.Più so, più dubito.Ma quel che so, so.

Se poi sbaglio, pazienza.

Buona lettura a tutti





BlogItalia.it - La directory italiana dei blog

Blog-Show la vetrina italiana dei blog!


 

Diario | Protopoetica | Indice |
 
Diario
1visite.

27 ottobre 2012

RIDICOLO

E' un vero peccato che Silvio Berlusconi abbia così gravemente influenzato la politica e la morale italiana fino a ridurle allo stato pietoso in cui si trovano ora, perchè altrimenti sarebbe passato alla Storia come l'uomo più ridicolo di tutti i tempi.




permalink | inviato da Caleidoscopio il 27/10/2012 alle 20:13 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (3) | Versione per la stampa

26 ottobre 2012

L'influenza e il suo vaccino

 

Vorrei che qualcuno mi spiegasse come funziona la storia dei vaccini antinfluenzali.

Vengono prodotti da più case farmaceutiche a quanto pare e ciò significa che una volta scoperto il virus “in terre lontane”, trovano il modo di recuperarlo, studiarlo e combatterlo. Dopodichè ognuna va sul mercato proponendo agli Stati il loro prodotto: “Signor Ministro, guardi che bella scatola, il mio costa meno, c’ha un sacco di bifidis, questo dura più a lungo…”

Ma com’è che nessuno ci dice con quali criteri viene scelta una casa farmaceutica piuttosto che un’altra?

Oggi viene fuori che la Novartis ha toppato il vaccino e lo Stato ci dice che non c’è nessun problema, lo si compra da un’altra parte.

Finchè qualcuno non mi spiegherà a dovere come funziona questa cosa, io resterò sempre convinto che i virus se li producono loro, si preparano i loro vaccini, si spartiscono il mercato e poi lo spargono in giro con gli aeroplani da disinfestazione.

Va mo là.




permalink | inviato da Caleidoscopio il 26/10/2012 alle 13:24 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa

25 ottobre 2012

PARLO SEMPRE DELLE SOLITE COSE

 

La ripresa economica può avvenire solo se si creano posti di lavoro.

Per creare posti di lavoro bisogna mandare le persone in pensione al massimo dopo trent’anni di contributi.

Lo Stato deve investire i soldi nell’INPS, per provvedere ad integrare le pensioni inferiori ai 1000 euro.

Bisogna agevolare le persone che andranno in pensione magari a 45-48 anni nella loro voglia di lavorare ancora, dandogli opportunità di imprendere e quindi di creare ulteriori posti di lavoro.

Si deve garantire ai giovani che vogliono sposarsi e che hanno un lavoro di avere mutui vantaggiosi, magari facendo pagare loro per i primi anni solo gli interessi.

LO STATO DEVE RECUPERARE I SOLDI CHE SERVONO DALL’EVASIONE E DALLA LOTTA ALLA CORRUZIONE E ALLA MAFIA, SENZA PIETA’ E CON OGNI MEZZO.

Subito e con leggi speciali.

SVEGLIAMOCI!




permalink | inviato da Caleidoscopio il 25/10/2012 alle 12:20 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa

24 ottobre 2012

COMMISSIONE GRANDI FIASCHI

 A leggere le dichiarazioni pre terremoto dell'Aquila della commissione grandi rischi, francamente non vedo perchè ci debba essere tutto questo stupore per la condanna.
Questi scienziati si sono azzardati a rassicurare la popolazione pur se sono tra i primi a dire che non si possono prevedere i terremoti(e quindi anche non prevedere), come dimostra l'accanimento contro Giuliani, l'uomo che dice invece di poterli prevedere.
Avrebbero dovuto dire che non potevano suggerire nulla perchè la scienza nulla può assicurare in caso di terremoti. Punto.
Se hanno rassicurato la popolazione i casi sono due:
O sono scienziati come mia nonna, e quindi vanno puniti perchè colpevoli di centinaia di morti, oppure qualcuno li ha "costretti" a non fare allarmismo; in questo caso è meglio che qualcuno cominci ad indagare e seriamente sulla "Commistione grandi rischi".
E' anche il caso che qualcuno informi gli stupiti scienziati americani e giapponesi di cosa i loro illustri colleghi italiani si sono azzardati a dire prima del terremoto. Forse sarebbero un po' meno stupiti.




permalink | inviato da Caleidoscopio il 24/10/2012 alle 9:4 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa

18 ottobre 2012

SE TUTTO VA BENE

Lentamente tutto si ferma, sempre, immancabilmente.

Raggiunte le vette, si scende a valle;

riempito il mondo, si dovrà svuotare,

per non scoppiare.

Abbiamo perso l'arte, abbiamo perso il tempo,

scivoliamo verso l'Incapacità, incantati dalle sfavillanti tecnologie,

che ci porgono il mondo in mano ad ogni istante.

Una  frustrazione inconscia, credo, impotenza.

Scimmie al cospetto dei mitici avi illuminati dalle Muse,

scimmie  arrampicatrici che tornano sugli alberi dopo esserne discese..

Viviamo  più a lungo...ma perchè.....

...se non lasceremo traccia della nostra epoca contemporanea...

...se non serviamo più a nessuno, da vecchi...

...se togliamo il lavoro ai giovani...

...se siamo in troppi...

Sognavamo che la nuova arte, la tecnologia, ci rendesse il tempo,

liberi dal lavoro, liberi di creare;

Ma no,così non è.

Quaranta,quarantacinque e poi cinquant'anni lavoreremo,

 e non faremo figli, no non li faremo,

perchè non potremo farci da parte e non potremo permetterci di mantenerli fino alla nostra pensione...

E non avremo crescita, perchè un vecchio non ha bisogni che muovono l'industria;

e ci avviteremo così ,lentamente, fino a fermarci.

Se tutto va bene.

Se il mondo non scoppia.




permalink | inviato da Caleidoscopio il 18/10/2012 alle 18:25 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa

16 ottobre 2012

COMPROMESSO+ITALIA=CONNIVENZA

Guardo i talk show politici come li ho sempre guardati e vedo, come ho sempre visto, bene o male le stesse facce: come tutti noi mi faccio un'idea su chi parla bene, chi parla male, chi è in malafede chi in buona fede, chi appare onesto, chi un mascalzone; tutto soggettivo, ovviamente, ci mancherebbe.

Ma da un po' di tempo (chissà, due, tre, cinque anni, dovrei riguardare i miei post) anche chi ritengo brave persone, sicuramente oneste e con buone idee, le vedo come dei pulcini bagnati, come degli impotenti(a-potenti), come degli sperduti, come delle nullità, come delle barchette in mezzo all'oceano, che pur consce della tempesta in cui galleggiano, non avvisano chi ci potrebbe entrare e lottano per rimanere a galla senza rischiare del proprio per uscirne.

Per questo sempre più spesso la televisione rimane di sottofondo alle faccende serali prima di andare a letto, tanto so già che nulla cambia.
Il compromesso, importante nella politica di un paese democratico, nel nostro Paese è diventato connivenza, con tutto ciò di negativo e peggiorativo che da questa parola ne deriva.
E' arrivato il momento di non scendere più a compromessi con nessuno e l'unico che l'ha capito è Beppe Grillo. Mi auguro proprio che il M5S sia pieno di gente come lui, perchè dalle prossime elezioni, regionali e nazionali ne serviranno parecchi per riempire gli scranni




permalink | inviato da Caleidoscopio il 16/10/2012 alle 21:45 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa

15 ottobre 2012

VELTRONI LASCIA IL PARLAMENTO

 Baumgartner ce l'ha fatta   Foto   giù nel vuoto da 39mila metri  è stato più veloce del suono




permalink | inviato da Caleidoscopio il 15/10/2012 alle 10:58 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa

12 ottobre 2012

Limiti Umani

Si può affermare che l’uomo ha raggiunto il più alto livello artistico con Mozart, Bach, Caravaggio, Leonardo, Michelangelo, Bernini e altri grandi maestri vissuti più di 200 anni fa e oltre ancora?

Se si, si può affermare anche che, se l’uomo moderno avesse più tempo a sua disposizione potrebbe migliorare le prestazioni dei colossi di cui sopra?

Se la risposta è si per entrambe le domande, come abbiamo fatto a ridurci in questo stato?

Perché abbiamo ridotto la nostra creatività alla finanza?

E’ mai possibile che per mangiare, dormire, fare l’amore,divertirsi e avere rispetto per il prossimo – uniche vere necessità della specie umana – si debba devastare il pianeta, uccidere, rubare, affamare,pensare solo a se stessi?

Quanto vorremo impiegarci nel futuro per andare a New York? Quanto più veloce vorremo sapere le notizie, fare una telefonata, vedere una persona cara sul videofonino o sul PC? Quanti anni vorremo vivere, impedendo agli altri di nascere per mancanza di spazio e con conseguente estinzione della specie per assenza di ricambio generazionale? Quanto tempo in meno vorremo impiegare rispetto al microonde per cucinare i cibi? Quanto più veloce potremo produrre le merci garantendo maggiore occupazione per aumentare i consumi?

In che modo vogliamo migliorare la qualità della vita? Ma soprattutto, per quanti di noi? Per chi?

Quanto impiegheremo a capire che non produciamo più arte e cultura ai livelli passati e che senza di esse perdiamo la nostra peculiarità di esseri pensanti, creativi, diversi dagli altri animali la cui unica e inconsapevole ragione di vita è la sopravvivenza?

Un tempo si diceva che la tecnologia ed il progresso ciavrebbero resi liberi dal lavoro con più tempo per noi stessi.

In effetti stanno liberando un sacco di gente dalla schiavitù del lavoro ma forse non come lo si intendeva…




permalink | inviato da Caleidoscopio il 12/10/2012 alle 21:6 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa

12 ottobre 2012

Il Mondo??!?

 Un piccolo aggiornamento sul mio omonimo post del 18/05/12:
Romney sta sorpassando, piccole scaramuccie Turchia- Siria con contorno di munizioni/armi russe per Assad.....


E ultima ora.... Premio Nobel per la pace all'Unione Europea....Disperato tentativo di mantenerla unita?




permalink | inviato da Caleidoscopio il 12/10/2012 alle 10:49 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa

11 ottobre 2012

62 anni e non sentirli

Non è la storia di un uomo anziano che non sente i richiami altrui ma di un uomo che cerca  di farci capire prima a parole e ora a gesti, vista la nostra sordità, in che razza di situazione ci siamo cacciati.

Non so se è l'uomo giusto ma di sicuro è l'unico che possa seppellirli con una risata.
Grazie Beppe




permalink | inviato da Caleidoscopio il 11/10/2012 alle 1:13 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (2) | Versione per la stampa
sfoglia
maggio   <<  1 | 2  >>   novembre